CHEFS & CO.

THE REPORTAGE
22NOV2016

GUIDA MICHELIN 2017

Nessun nuovo tristellato, tanto atteso, per la guida Michelin di quest'anno, in compenso sono ben quarantuno nuove stelle ma di queste nessuna donna: unica super chef rosa in cucina è lei, Nadia Santini, la migliore italiana, supportata da una sala altrettanto importante, quella del marito Antonio Santini.

 

Altra novità dell'anno è la scelta della location: per la prima volta la guida che è nata su due ruote viaggia e si sposta a Parma, capoluogo della Food Valley, città creativa della gastronomia per l'Unesco, 2200 anni di storia e città tanto amata da Maria Luigia, 44 Dop e Igp in Emilia Romagna, il più alto numero in Europa: la 62esima edizione della Rossa non poteva scegliere meta migliore. Conversione al digitale anche per la rossa più cappricciosa di sempre: all'indirizzo guida.michelin.it con tanti contenuti e un nuovo simbolo in guida, il "Piatto" che indicherà ristoranti con prodotti di grande qualità e uno chef molto abile.

 

Non sono finite le sorprese: novità anche per le prime premiazioni "rosse" speciali: il migliore chef under 35 è Federico Gallo della Locanda del Pilone di Alba, classe 87, dopo esperienze in Messico e a Villa Crespi con Antonino Cannavacciolo e al Geranium di Copenaghen; lo chef della Locanda del Pilone lo lascia solo in piena stagione del tartufo, quando ancora sous chef prendere le redini della cucina: un riconoscimento davvero meritato.
Il premio qualità nel tempo va allo storico San Domenico di Imola dove Valentino e Natale Mercattili hanno sulle loro spalle 45 anni attività. Ospite d'eccezione è lui, l'autore del più bel video sul mondo della ristorazione, additato dalla critica per la sua "pazzia su tela", pura trasgressione in cucina: David Munoz del Diverxo di Madrid 3 stelle Michelin, la prima a 29 anni nel 2009 poi ogni due anni un'aggiunta.

 

Ma arriviamo al piatto caldo, ecco le attesissime nuove stelle 2017 a partire dalle isole a risalire lo stivale: dalla Sardegna, con Il Corsaro di Cagliari dello chef Stefano Deidda; Accursio a Modica (RG) di Accursio Craparo. Nuova stella in Calabria con il ristorante Pietramare, Isola di Caporizzuto (KR), chef Alfonso Crescenzo. Prendono la stella a Trani (BT) Quintessenza dello chef Stefano di Gennaro e a NapoliVeritas di Gianluca d'Agostino, poi Il Mosaico di Ischia, chef Giovanni De Vivo; Piazzetta Milù a Castellammare di Stabia (NA), chef Luigi Salomone. Tante nuove stelle al sud ma non di meno se ne accaparra per la Capitale, forse un po' inaspettate: a Roma TheCorner dello chef Marco Martini; il Magnolia dello chef Franco Madama, Bistrot 64 dello chef Kotaro Noda e Per Me di Giulio Terrinoni. Si prosegue con l'Aminta Resort di Genazzano (RM); il Nostrano di Pesaro (PU) dello chef Stefano Ciotti; Il Pievano a Gaiole in Chianti (SI) dello chef Vincenzo Guarino; il Lux Lucis di Forte dei Marmi dello chef Valentino Cassanelli e La Leggenda dei Frati a Firenze di Filippo Saporito. Si sale al nord e Bartolini fa poker di stelle, ben quattro con il Mudec a Milano, il Casual di Bergamo, la cucina è affidata a Christopher Carraro, e La Trattoria Enrico Bartolini di Castiglione della Pescaia dello chef Marco Ortolani. Primato assoluto in Italia, novello Ducasse?

 

Sempre Milano, tante stelle che erano sulla bocca di tutti: Lume di Luigi Taglienti e Felice Lo Basso al Seven Stars. Nuove stelle a La Tavola di Laceno Mombello (VA) e stelle brillanti nelle langhe: 21.9 a Piobesi d'Alba (CN) dello chef Flavio Costa; Zappatori di Christian Milone a Pinerolo (TO); La Madernassa a Guarene (CN) dello chef Michelangelo Mammoliti; il Nostrano di Pesaro (PU) con lo chef Stefano Ciotti; Da Francesco a Cherasco (CN) con Francesco Oberto. Stella date ma subito in forse per il Vistamare di Latina e La Veranda di Bartolino (VR), dato che gli chef hanno preso altre strade. Stella immeritatamente mancata al Leone Felice, all'interno del Relais&Chateaux Albereta a Erbusco (BS) e a Contraste di Matias Perdomo a Milano, grandi favoriti di quest'anno. Cinque bistellate new entry: doppiano Nino di Costanzo del Danì Maison di Ischia, Antonio Guida del Seta di Milano, Alfio Ghezzi a Locanda Margon a Ravina (TN) e al Terra di Heinrich Schneider di Val Sarentino (BZ)

 

 

Camilla Rocca

 

 

 

PHOTOGALLERY
KEYWORDS
CONTACT
Per metterti in contatto con noi:
invia una e-mail a:
redazione@mychef.tv
oppure chiamaci allo:
+39 045 7111622
Per la tua pubblicità:
adv@mychef.tv
Testata online registrata al Tribunale di Verona
con il n. 1947 del 6 aprile 2012
Direttore responsabile: Manuela Vanni
Editore: Morgan Babsia, Aromi S.r.l.


TITOLARE DEL TRATTAMENTO È AROMI S.R.L.
SEDE LEGALE
VIA CASETTE, 31 - 37024 NEGRAR (VR)
TEL +39 045 7111622
P. IVA N. 04020930238
Privacy & Cookies