CONSIGLI E ATTREZZATURE
L'impastatrice

L'impastatrice è un elettrodomestico indispensabile per amalgamare insieme gli ingredienti per gli impasti più svariati: da quello per la pizza a quello per il pane, dalla pasta frolla agli impasti per dolci. Il suo utilizzo è davvero semplice: è sufficiente inserire gli ingredienti nelle giuste proporzioni e lei si occuperà di tutto il lavoro, facendo così risparmiare tempo ed energie.

 

Generalmente anche le impastatrici più semplici sono dotate di almeno tre tipi di frusta: la frusta a filo indispensabile per miscelare i composti liquidi e leggerei come le uova; il gancio impastatore che aiuta a lavorare masse pesanti e solide come l'impasto per la pizza o per il pane; la frusta K, una sorta di via di mezzo tra le due precedenti, che possiede una versatilità d'impiego quasi infinita: è ottima per miscelare gli ingredienti per i ripieni, per la preparazione di hamburger e polpette, per frantumare biscotti secchi e per realizzare la pasta frolla.

 

La capienza di una impastatrice dipende dalle dimensioni della ciotola che ha in dotazione.

 

Per quanto riguarda l'utilizzo dell'impastatrice in ambito professionale vale la pena citare quattro tipologie di macchinari: l'impastatrice a spirale, la più comune e utilizzata; l'impastatrice planetaria, strumento indispensabile per ogni chef; l'impastatrice a forcella e quella a bracci tuffanti.

 

L'impastatrice a spirale è caratterizzata da una o due spirali, che permettono una velocità d'impasto notevole ed evitano al contempo il surriscaldamento dell'impasto. I modelli di impastatrici a spirale si contraddistinguono per l'elevata capacità di impasto, grazie a macchine che arrivano addirittura fino a 60 kg di capienza.

 

L'impastatrice a spirale è disponibile con testata fissa o sollevabile e con vasca fissa, estraibile o autoribaltante. Tutte le macchine sono dotate di griglia di protezione in acciaio inox e, dello stesso materiale, sono anche la vasca e il piantone centrale fisso. La vasca, durante la fase di impasto, ruota sul proprio asse in modo da facilitare l'impastamento.

 

La spirale gira lungo il proprio asse e la sua particolare forma consente di ottenere impasti perfettamente amalgamati in pochi minuti. Questo tipo di impastatrice è utilizzato in pasticceria, pizzeria, panifici e nei piccoli laboratori artigianali come anche nelle produzioni industriali. Gli impasti lavorabili possono essere sia duri che molli e per questo, le impastatrici a spirale sono idonee per la lavorazione di diversi tipi d'impasto.

 

L'impastatrice planetaria, forse il modello più diffuso, si contraddistingue per la sua versatilità nelle diverse lavorazioni che si possono realizzare in cucina. Deve il suo nome al movimento rotatorio che le fruste compiono su se stesse all'interno del recipiente. Si tratta di uno strumento molto versatile in quanto il suo utilizzo è indicato per ottenere impasti per pizza, pane e biscotti, ma anche salse, meringhe, purè e maionese.

 

Le impastatrici a forcella è perfetta per amalgamare impasti duri per pizza, pasta fresca, pane e altri impasti per panificati. Il movimento tende a ricordare quello morbido esercitato dalle mani e garantisce un'efficace ossigenazione della farina, ottenendo così un impasto rapido e omogeneo. La vasca è solitamente in acciaio inox, mentre l'utensile impastatore è in acciaio al carbonio.

 

L'impastatrice a bracci tuffanti deve il suo nome al suo particolare sistema di funzionamento che riproduce il movimento delle braccia umane, consentendo un'ottima ossigenazione dell'impasto durante la lavorazione. È spesso realizzata in fusione di ghisa che ne conferisce una grande robustezza, mentre la vasca e i bracci impastatori sono in acciaio inox. L'impastatrice a bracci tuffanti viene utilizzata principalmente in pasticceria e panetteria per amalgamare paste lievitate che, non surriscaldandosi, raggiungono un perfetto livello di lievitazione.

 

 

Redazione

 

PHOTOGALLERY
KEYWORDS
Rapidità e precisione

Detta anche "affettaverdure", la mandolina è uno strumento perfetto per chi ha poca dimestichezza con i coltelli: permette, infatti, di affettare sottilmente verdure e frutta conferendo loro forma e spessore diverso.

 

Conservare senza sprechi

Cosa ci permette di conservare per qualche giorno cibi, sia crudi che cotti, senza che questi si rovinino o irrancidiscano? Semplice, le vaschette sottovuoto!

 

Così come una volta si era soliti usare il sale, ai giorni nostri i contenitori sottovuoto permettono di conservare, grazie anche al contributo del frigorifero, gli alimenti per più giorni.

 

L'arma dei Cake Designer

AAA amanti del cake design e della decorazione... siete provvisti di pistola per dolci?

È un oggetto che si rivela indispensabile nel caso in cui vogliate creare, appunto, decorazioni perfette e forme precise per rendere i vostri dolci delle vere e proprie opere d'arte.

 

Tire Bouchon

 

Di origine francese, il "tire bouchon" è un utensile utilizzato per estrarre dal collo delle bottiglie, in genere di vino, un tappo di sughero o plastica. Nella forma classica, è formato da una vite autofilettante e da una leva, ma ne esistono molti modelli differenti.

 

 

Amanti delle granite e dei cocktails? Allora il tritaghiaccio è la scelta migliore per voi, per avere sempre a disposizione ottimo ghiaccio tritato senza il bisogno di impazzire!Ne esistono due versioni: una manuale ed una elettrica.

 

cotture a regola d'arte

 

Per tutti gli amanti della pizza e del pane fatto in casa, la pietra refrattaria è uno strumento indispensabile per cucinare questi piatti riproducendo il più possibile il risultato artigianale del panettiere e della pizzeria.

La macchina per lo yogurt

 

Per gli amanti dello yogurt esiste una macchina in grado di produrlo comodamente a casa propria. Di facile utilizzo e manutenzione, è uno degli elettrodomestici più utilizzati.

 

Utile a chi segue particolari regimi alimentari, per esempio gli intolleranti al lattosio, i quali possono mangiarlo senza particolari problemi!

 

Semplice nella forma e nella funzione, la cannuccia è uno strumento usato per bere: tecnicamente, non è che un semplice tubicino di plastica attraverso cui bere una bevanda, succhiandola, senza far entrare in contatto la bocca con il contenitore.

 

L'azione muscolare reduce la pressione all'interno della bocca e a quel punto la pressione atmosferica forza il liquido a risalire per la cannuccia.

 

per cucinare sano

Il wok è uno strumento millenario originario della cucina cinese; è una sorta di padella di forma semisferica, originariamente senza alcun fondo piano, forgiata in ferro o ghisa.

 

È piuttosto pesante e permette di mantenere a lungo il calore. La forma svasata permette di friggere in immersione pur utilizzando scarse dosi di olio, il punto terminale è difatti a diretto contatto con la fiamma.

 

 

Nel mondo della cucina è di moda un nuovo materiale: il silicone.  Flessibile e resistente il silicone, tradizionalmente utilizzato in settori quali la gioielleria, trova un nuovo impiego.

 

Dopo aver avuto grande successo presso chef e professionisti vari nel settore della pasticceria e della gastronomia, negli ultimi anni sono stati moltissimi gli accessori per la cucina in silicone entrati nell'utilizzo giornaliero.

 

Crostare, caramellare, fondere, gratinare, spellare, mondare e tostare che si parli di cucina ad alti livelli o di semplice passione, che siate cuochi professionisti o che vi cimentiate in esperimenti culinari tra le vostre mura domestiche, il cannello è ormai uno dei principali must have da annoverare tra la vostra attrezzatura.

 

 

per distillazione

L'alambicco è uno strumento utilizzato per la distillazione che consiste in una caldaia collegata, tramite un tubo, ad una serpentina di raffreddamento dove si raccoglie sul fondo il distillato.

 

 

Ogni vino ha il suo bicchiere

L'apprezzamento di un buon vino avviene anche con il corretto abbinamento a un  bicchiere adeguato.

 

Il bicchiere che si usa è specifico per ogni tipologia di vino e aiuta il degustatore ad assaporare al meglio gli aspetti distintivi di quel vino, sottolineandone le caratteristiche gustative e olfattive.

 

 

Il pane in casa

Molto diffusa in Germania e Gran Bretagna, da qualche anno fa la sua comparsa anche nelle cucine italiane la macchina del pane, un elettrodomestico che permette di fare il pane a casa propria.


La couscoussiera o cuscussiera (taseksut in berbero e kiska:s in arabo) è la pentola che viene utilizzata per la cottura a vapore del couscous.

 

 

Con l'arrivo dell'estate cresce la voglia di gustare un fresco gelato che, se fatto artigianalmente in casa, può essere ancora più gustoso!

 

Il gelato può essere preparato a mano, ma utilizzando una gelatiera si risparmiano tempo e fatica.

 

 

La pasta è un alimento tradizionale italiano a base di semola o farina di diversa origine. Il vocabolo pasta deriva dal termine latino păsta(m) che deriva dal verbo pássein cioè impastare.

 

Per impastare oggi sono utilizzati elettrodomestici di vario tipo, e nelle industrie la pasta viene prodotta con macchine industriali di grandi dimensioni.

 

 

 

La fonduta è un piatto collettivo che viene consumato con l'apposito set di attrezzature composto da: un tegame (in ceramica, terracotta o acciaio), chiamato anche caquelon, un fornello, chiamato rechaud per riscaldare e mantenere la temperatura della "fondue" all'interno del tegame.

 

Le forchette allungate sono indispensabili per poter immergere i cibi all'interno del tegame.

 

 

per cuocere a vapore

La vaporiera elettrica è l'elettrodomestico utilizzato per cuocere, come indica il nome stesso, gli alimenti tramite vapore acqueo.

 

È costituita da una casseruola nella quale viene inserita l'acqua necessaria per creare il vapore. Questo contenitore è munito anche di un erogatore di vapore, del motore elettrico che porta a temperatura l'acqua, del cavo elettrico e dei tasti per accensione e regolazione di tempo e di temperatura.

 

Il passino

Il colino, o passino, è un utensile da cucina che, come suggerisce il nome stesso, viene usato per filtrare e passare liquidi come salse, minestre, tè e tisane.

 

La forma semisferica ne costituisce il filtro che può essere forato o formato da una rete metallica chiusa nella parte superiore dalla struttura portante dotata di un manico.

 

Il frullatore è un elettrodomestico molto utile per frullare, tritare e miscelare più ingredienti.

 

Un tempo era manuale, composto da due fruste che venivano azionate per mezzo di una manovella. Oggi invece, possiamo trovare sul mercato svariate marche e tipologie di frullatori elettrici. Questo dispositivo è molto utile per la preparazione di salse, frullati, creme e molto altro.

 

Gli abbattitori rapidi di temperatura sono la risposta più efficace ai rischi di tossinfezioni alimentari dovute alla proliferazione batterica durante il raffreddamento del cibo a temperatura ambiente. Il processo di abbattimento è un momento delicato durante il quale si deve raffreddare velocemente l'alimento evitandone però qualsiasi danno e preservandone intatta la qualità.

 

Apparecchiare la tavola è un'arte. Una tavola ben apparecchiata è indice di raffinatezza, di buona educazione e dimostra inoltre l'attenzione e la cura che abbiamo nei confronti dei nostri ospiti. Nel preparare la tavola è importante non eccedere, non cadere nella stravaganza e soprattutto disporre con eleganza e logica tutti gli elementi che ne fanno parte. Le 2 regole d'oro sono stile, sinonimo di eleganza e di semplicità, e praticità.

 

Le piastre a induzione rappresentano una tecnologia innovativa in cucina che sta prendendo sempre più piede nelle case italiane.

L'evoluzione nel modo di cucinare passa anche attraverso il piano cottura che, in questo caso colpisce esteticamente presentandosi come una superficie nera, liscia, lucida e completamente piatta.

 

Brunoise, julienne, mirepoix...

Per poter cucinare o semplicemente abbellire molte le materie presenti nella preparazione di varie pietanze, è necessario innanzitutto ridurne le dimensioni.

Si ricorre pertanto alla tecnica del taglio, che richiede buona manualità, precisione, esercizio e soprattutto una particolare prudenza nell'utilizzo di coltelli ed attrezzi.

 

Il nome cutter deriva dall'inglese to cut che significa tagliare, tritare e sono effettivamente apparecchiature che svolgono molteplici funzioni.

 

E' un dispositivo che permette di tagliare molto finemente verdure, carni ed altri alimenti (insaccati, cipolla, prezzemolo...), senza danneggiarne le caratteristiche nutritive ed organolettiche poiché l'alta velocità delle lame rotanti ne determina il taglio secco e non la spremitura.

 

Il barbecue, o barbeque, è uno strumento di cucina per realizzare grigliate e quindi cuocere i cibi attraverso il calore delle braci prodotte da un fuoco: per ottenere pietanze dal caratteristico sapore di affumicato, risaltate nella loro naturalezza.

 

La sua invenzione si deve all'olandese Wilhelmus Adrianus Van Berkel che nel 1898, cercando di coniugare il lavoro di macellaio con la sua passione per la meccanica, realizza un primo prototipo di questo utile macchinario, mettendo insieme una lama concava, che riproduce in modo preciso il movimento mano/coltello, e un piatto mobile che scorre verso la lama.

 

La grattugia

La grattugia è un utensile che si impiega in cucina per sminuzzare gli alimenti in briciole o in striscioline per mezzo di dentini affilati. Le dentellature e i fori possono essere di molte dimensioni a seconda del tipo di materiale da grattugiare, della grandezza in cui si vuole ridurre un prodotto, o in base alla necessità del momento e della ricetta. 

 

La bilancia da cucina è uno accessorio domestico che misura il peso degli alimenti e risulta fondamentale per la realizzazione delle ricette con precise dosature di ingredienti. è inoltre molto utile nel momento in cui si debba seguire una dieta perché consente di pesare il cibo in modo da selezionarne la porzione adatta al trattamento da seguire.

 

CAPPA D'ASPIRAZIONE

La cappa di aspirazione è un elettrodomestico utile per eliminare i vapori e i fumi sprigionati al momento della cottura dei cibi, ma serve anche a liberare l'ambiente da sostanze inquinanti.

 

Tutti gli appassionati di cucina si sono trovati almeno una volta a dover tagliare delle verdure per un pinzimonio o per qualche altra ricetta; il problema principale di queste preparazioni è la quantità di tempo impiegata nell'affettare, sminuzzare o dadolare le verdure.

 

Il tagliauovo è un agile e pratico strumento che permette di aprire o affettare le uova per poterle poi servire nelle insalate, nei panini o in particolari composizioni create ad arte.

 

Il forno solare a concentrazione

Il forno come elettrodomestico ha un valore indiscusso in cucina poichè grazie al particolare tipo di cottura che è in grado di offrire possono essere realizzate le pietanze più diverse: dalle lasagne agli sformati, dalle torte salate ai dolci, dagli arrosti di carne ai piatti di pesce.

Tre sono gli usi principali: domestico, professionale (per ristoranti, ma anche per panifici e pasticcerie) e industriale.

 

La frusta è un utensile molto utilizzato in cucina, in particolare per la preparazione di dolci. Apparsa nella sua conformazione attuale solamente alla fine del XIX secolo, si hanno notizie di attrezzi simili risalenti a tempi più antichi, ottenuti unendo i rami di alcune piante in fascicoli (spesso il tipo di legno utilizzato conferiva un determinato retrogusto agli impasti).

 

La lavastoviglie è un apparecchio atto al lavaggio di piatti, pentole, posate e altre suppellettili che si utilizzano in cucina. È perciò una fidata compagna dopo le creazioni culinarie per ristabilire l'ordine sul campo di battaglia della cucina per risparmiare tempo e denaro: agevole da caricare e incassabile nel mobilio, si sostituisce al lavaggio a mano, anche se non tutto quel che si utilizza per cucinare può esservi riposto e qualche arnese resterà da lavare nel metodo tradizionale.

 

Il Termostato digitale Roner, detto anche bagno termostato, è un apparecchio di grande utilità nell'ambito della cucina professionale. Si tratta di un termostato digitale fissabile a qualsiasi contenitore pieno d'acqua, che permette di cuocere un cibo esattamente alla temperatura desiderata mantenendola costante.

La pentola a pressione è un pratico strumento da cucina, sostanzialmente un recipiente che si chiude ermeticamente.

Fu creato da un fisico francese, Denis Papin, nel 1600, che per risolvere il problema della carestia stava cercando un modo per poter cucinare anche le ossa del maiale.

 

Il levatorsoli è un attrezzo da cucina che si presenta come una cannula col bordo tagliente che, grazie alla sua lama dentellata, è ideale per estrarre i torsoli dai frutti, in particolare mele, pere ma anche ananas, senza tagliare il frutto e lasciando quindi intatta la polpa. 

 

Il colapasta

Come già indicato dal nome, in Italia, l'uso del colapasta è prevalentemente quello di scolare la pasta, ma viene usato anche nella preparazione di verdure, minestre, zuppe o altri alimenti quando si deve eliminare nello stesso momento tutta l'acqua o altro liquido e trattenere, sgocciolata, la parte solida.

 

Le pentole Kit-Zen:

Kit-zen realizza pentole in Metallo Multistrato, le prime pensate specificatamente per una resa ottimale sull'induzione, ma ideali anche per tutte le altre fonti di calore.
Kit-Zen progetta le sue pentole in maniera rigorosa dedicandole al pubblico più esigente, ricercando sempre la perfetta fusione tra equilibrio e passione, benessere e gusto, Oriente e Occidente.

 

 

Il forno a microonde è ormai un elemento indispensabile delle nostre cucine. La sua invenzione è però relativamente recente: si deve infatti a un impiegato americano della Raytheon Corporation, Percy L. Spencer, che, nel 1946, mentre lavorava su un radar, si accorse che la tavoletta di cioccolato che aveva in tasca si era sciolta.

 

Invenzione antichissima nella storia dell'umanità, l'imbuto (o imbottavino o pevera) è uno strumento usato essenzialmente per il travaso di liquidi (o solidi di forma granulare) in un contenitore dall'imboccatura stretta. È formato dall'assemblaggio di due tronchi di cono cavi, uno largo e tozzo, l'altro stretto e di forma allungata.

 

Il macellaio rientra nella cerchia dei pochi mestieri che conservano una propria artigianalità.

Mentre gli ambienti di lavorazione della carne sono cambiati rispetto a un tempo, vi è la tendenza a mantenere viva la tradizione, almeno in parte, negli ambiti di taglio e sminuzzamento.

 

Il leccapentole è una spatola in gomma o silicone ed è comunemente conosciuto come marisa.

E' un arnese molto utile in cucina e si presenta principalmente con un manico, in plastica o in legno, e un trapezio alla sommità che permette di girare i cibi ma soprattutto per togliere i residui di un composto cremoso dalle pentole o dalle ciotole.

 

Lo chinois o colino cinese o cornetto cinese è un attrezzo da cucina dalla forma conica che prende questo nome dalla somiglianza con i tradizionali cappelli cinesi.

 

L'apriscatole è uno strumento necessario per aprire le scatole di latta, barattoli o lattine di generi alimentari sprovvisti della linguetta di apertura.

Oggi esistono in commercio diversi modelli di apriscatole, sia manuali sia elettrici, ma anche da banco per le cucine più professionali.

 

Sac à poche è un termine derivante dal francese, tradotto anche come sacca del pasticcere, ed è un attrezzo da cucina costituito da una sacca, solitamente di plastica o di lino impermeabile, a forma triangolare e chiusa da una bocchetta metallica.

 

Raccogliere le pietanze

Gli utensili che permettono di rivoltare e raccogliere le pietanze, mantenendole intatte  e liberandole dai possibili oli e grassi in eccesso, sono molteplici. La paletta rappresenta senz'altro uno dei principali strumenti, aiutando a girare o prelevare i vari alimenti dalla teglia, in special modo il pesce che tende a rompersi e attaccarsi con grande facilità.

 

Lo spremiagrumi è un utensile la cui funzione è espressa nella parola stessa. Il concetto è: "Dall'arancia al bicchiere in pochi secondi". Le nostre nonne possedevano uno spremiagrumi manuale e ci facevano la spremuta tutti i pomeriggi d'inverno perché dicevano che, contenendo gli agrumi la vitamina C, bere il loro succo era una buona prevenzione contro i malanni della stagione fredda.

 

Il caffè è una delle bevande più bevute in Italia e nel mondo. Diversi sono i metodi di preparazione e le qualità, ma i risultati sono affini tra loro.

Etimologicamente la parola caffè ha origine araba dalla parola قهوة (quhwa), che, originariamente, indicava una bevanda ottenuta dal liquido contenuto in alcuni semi e che si presentava di colore rosso scuro.

 

Quante volte abbiamo organizzato una cena a casa nostra e spesso non abbiamo saputo come valorizzare al meglio uno dei componenti più classici e immancabili delle tavole italiane? Ecco allora che vogliamo aiutarvi attraverso informazioni e facili consigli a rendere di classe la vostra serata, oltre a mostrarvi come utilizzare strumenti, metodi di conservazione e di servizio del vino.

 

Il termine casseruola deriva dal greco kyathos (scodella), passa per il latino cattia ed approda alla forma provenzale cassa, che stava ad indicare un piatto idoneo alle cotture in forno.

La casseruola è un tipo di pentola particolarmente pesante usato in cucina.

 

Il pelapatate è uno degli utensili indispensabili per chi ama cucinare e vuole risparmiare tempo prezioso; viene impiegato, come suggerisce il nome, per pelare le patate e più in generale a privare della buccia verdura o frutta di vari tipi.

Tale strumento vanta svariati usi a seconda dell'inventiva e della creatività di chi cucina.

 

Lo schiacciapatate, come dice il nome, si usa prevalentemente per ridurre in purea le patate precedentemente lessate. Con l'impasto risultante si possono fare, tra le varie preparazioni, il purè di patate e gli gnocchi.

La forza che si impiega con la pressione richiede una struttura robusta; per questo è per la maggior parte costituito in alluminio o acciaio inox.

 

La ormai tanto di moda pietra lavica è formata da lava, sostanza che viene eruttata dai vulcani e che raffreddandosi e solidificandosi dà origine a questa pietra di tipo effusivo.Inizialmente la pietra vulcanica era estratta manualmente dai pirriaturi, figura oggi assai rara e poco diffusa perché sostituita dall'utilizzo di macchine per l'estrazione quali ruspe e pale.

 

Il coltello a lama alveolata è un coltello per tutti gli usi. La sua lama è provvista di scanalature che permettono una scorrevolezza di taglio eccellente grazie alla formazione di zone di aria tra la lama e l'alimento riducendone così l'attrito. Questi cuscinetti d'aria impediscono ad alimenti ricchi di grassi, di incollarsi alla lama durante l'affettamento.

 

Il setaccio è un attrezzo composto da un contenitore che come fondo presenta un retino in metallo, plastica o altro materiale equivalente, fungente da separatore. 

In funzione della destinazione troviamo il setaccio da cucina, il setaccio per la farina, il setaccio per la terra, ecc.

 

Detto anche asse da cucina, il tagliere è fatto di un'assicella usata per tagliare gli alimenti. Il suo scopo è quello di fornire una barriera igienica tra il cibo e le superfici di lavoro, non danneggiare il filo della lama del coltello, evitare di rovinare i piani di lavoro e ammortizzare i colpi quando si separano o tagliano carni con osso usando la mannaia.

 

Il mantecatore, che si può trovare sia come macchinario artigianale che industriale, è un attrezzo indispensabile nel processo di trasformazione delle materie prime che trasforma le miscele da liquide a solide. È necessario nella produzione del gelato, dessert surgelati e sorbetti.

 

Il mestolo è una posata usata per scolare, cucinare e servire cibi più o meno liquidi. Tutti abbiamo visto almeno una volta la scena di qualche cartone animato dove la nonna, mestolo alla mano, rincorre il monello che ha appena sgraffignato qualcosa dalla cucina.

 

Il batticarne, chiamato volgarmente anche "pestacarne", viene utilizzato come dice la parola stessa per appiattire e allargare le fette di carne; le fibre più dure vengono così ridotte e la carne risulta più tenera. Ne esistono di diversi tipi ma il più comune è quello definito a pugno: assomiglia a un fungo rovesciato, formato da una piastra tonda e pesante da cui fuoriesce l'impugnatura per maneggiarlo.

 

Periodo di feste, quale momento migliore di questo per passare del tempo in famiglia, magari preparando qualche dolcetto o biscotto insieme ai bambini. Per creare dolcetti sfiziosi non serve essere grandi chef, basta avere stampini di ogni forma e dare spazio alla creatività.

 

Il matterello detto anche mattarello  è un utensile utilizzato in cucina per distendere ed assottigliare vari impasti solidi. La versione più tradizionale è costituita da un semplice cilindro in legno di 5-8 cm di diametro e lungo 50-70 cm. Esistono matterelli in marmo, acciaio, alluminio o materiale plastico antiaderente, ma quelli più usati sono in legno. Ve ne sono in commercio di vari tipi e di varie lunghezze, conforme gli usi e le necessità.

 

La torrefattrice è nata dall'esigenza di disidratare e ossidare alcuni prodotti come semi, noci, tabacco, e soprattutto i chicchi del caffè. La torrefazione è un passaggio della tostatura, a sua volta un passo della preparazione di tanti alimenti che troviamo sugli scaffali dei supermercati. Per esempio è un processo applicato alle arachidi seccate che saranno poi utilizzate nella lavorazione del burro di arachidi.

 

La planetaria una macchina indispensabile nelle grandi cucine per le sue molteplici funzioni.

Il termine planetaria deriva dal tipo di movimento che compie la macchina, simile appunto a quello dei pianeti intorno al sole.

 

La tortiera è oggigiorno un utensile presente in tutte le cucine, professionali e non; questo grazie alla sua praticità e semplicità d'uso che la rendono indispensabile per preparare una grande varietà di dolci e, a volte, anche qualche piatto salato. Questo utensile serve infatti a contenere gli ingredienti o l'impasto di una ricetta mentre cuociono in forno o nel microonde.

 

Il pacojet è un attrezzo da cucina di origine Svizzera, che permette con una sola operazione, e in pochi secondi, di sminuzzare, trasformare e mantecare un base precedentemente congelata in un apposito recipiente.

Pacossare è un neologismo coniato per il Pacojet, un verbo che, pur non essendo nei dizionari, viene usato molto nelle cucine di diversi ristoranti gourmet.

 

Il sottovuoto è una tecnica di conservazione degli alimenti consistente nella sottrazione  totale (per quanto possibile) dell'aria dal contenitore o involucro attraverso appositi macchinari. L'eliminazione dell'ossigeno permette di ottenere numerosi vantaggi per il mantenimento dei cibi.

Utilizzato da decenni, questo sistema si è diffuso capillarmente solo negli ultimi anni, arrivando anche nelle case dei consumatori.

Il temperaggio è un processo fondamentale per la lavorazione del cioccolato: solo così esso potrà sciogliersi delicatamente in bocca e avere un aspetto brillante e lucido. Senza questo processo il cioccolato si presenta opaco e col tempo può verificarsi l'affioramento del burro di cacao in superficie.

 

Il produttore di ghiaccio, conosciuto anche come macchina per il ghiaccio o fabbricatore di ghiaccio, è uno strumento essenziale e imprescindibile nei supermercati, nei ristoranti, nei bar, nei buffet e nei banchi refrigeranti che espongono verdure, pesce e cibi freschi.

 

Numerosi sono gli strumenti a rotella utilizzati in cucina per tagliare pasta, pizza, sfoglia e prodotti dolciari.

La loro invenzione risale probabilmente all'epoca rinascimentale, caratterizzata da una forte aspirazione alla perfezione e alla magnificenza che avvolse ogni campo del sapere, compresa l'arte culinaria.

 

CONTACT
Per metterti in contatto con noi:
invia una e-mail a:
redazione@mychef.tv
oppure chiamaci allo:
+39 045 7111622
Per la tua pubblicità:
adv@mychef.tv
Testata online registrata al Tribunale di Verona
con il n. 1947 del 6 aprile 2012
Direttore responsabile: Manuela Vanni
Editore: Morgan Babsia, Aromi S.r.l.


TITOLARE DEL TRATTAMENTO È AROMI S.R.L.
SEDE OPERATIVA
VIA CA’ NOVA ZAMPIERI, 4/E 37057 VERONA
TEL +39 045 7111622
P. IVA N. 04020930238